Scicli – Il barocco ibleo si inebria di nuovi sapori e profumi. Intensi, corposi, rugosi, decisi. Delicati, tenui, puliti, eterei. La sua storia si intreccia con quella del vino. Una stessa origine, uno stesso destino. La pietra e la vite baciate dal sole iniziano un viaggio lento, preciso, attento verso una nuova identità. Per il quarto anno consecutivo torna “Rubino”, un viaggio sensoriale, in cui la vista, l’olfatto e il gusto si perderanno in un percorso intimo. Dal 28 ottobre al 1 novembre, la cittadina barocca di Scicli, sito Unesco, ospiterà l’evento organizzato dall’associazione S.E.M.

Continua a leggere